La felicità è a portata di trolley

05
Giu, 2017
La felicità è a portata di trolley

“Ho capito che ogni valigia non è altro che un mio ritratto, scattato nel preciso istante in cui mi trovo. In equilibrio sottile tra la me stessa che va e la me stessa che ritorna. (…)

La valigia è la compagna di viaggio, il silenzioso testimone del percorso.

È la misura di un distanza, compressa in 55x40x20 cm.”

Dimmi che valigia fai e ti dirò chi sei. Così Marta Perego, volto noto della televisione, conduttrice di trasmissioni sul cinema e sui libri, viaggiatrice per caso e per necessità, intitola il primo capitolo del suo libro La felicità è a portata di trolley, De Agostini.

Ed è proprio così!

L’autrice dimostra come fare la valigia sia un momento in cui esprimiamo noi stessi, chi siamo, cosa stiamo diventando. Un libro che è un manuale di bordo per viaggiatori del mondo, un’autobiografia scanzonata, un taccuino di spunti, suggerimenti e indicazioni per fare bene la nostra valigia e capire meglio chi siamo.

«Questo libro vorrei che fosse un po’ come la vostra valigia preferita. Un compagno, un momento di svago, un sorriso. Tra un’attesa e l’altra. Tra una valigia e quella dopo.» (Marta Perego)

Buon viaggio!

Ma, prima, buona valigia.

Questo libro vorrei che fosse un po’ come la vostra valigia preferita. Un compagno, un momento di svago, un sorriso.
Tra un’attesa e l’altra. Tra una valigia e quella dopo

RECENT POSTS


Leave a reply Required fields are marked *