Che paura!

25
Ott, 2018
Che paura!

Oscar Wilde, Conan Doyle, Dickens, Edgar Allan Poe, Kipling, Bram Stoker…una collezione di brividi d’autore racchiusa tra le pagine di un libro: diciassette classici del terrore, romanzi e racconti dell’orrore raccontati da Alessandro Gatti e spaventosamente illustrati da Isabella Conti, vincitrice della gara Matite da paura indetta da Edizioni EL.

La lettura perfetta per ricreare atmosfere da paura!

Alessandro Gatti, dopo la laurea in filosofia ha iniziato a cimentarsi nella scrittura di libri per ragazzi. Usciti nel 2012 il romanzo distopico Picabo Swayne. Molto famosa è la sua serie Sherlock, Lupin ed io, scritta sotto lo pseudonimo di Irene Adler e pubblicata presso Piemme. Tra i suoi ultimi libri: Ciccio Frittata e l’Operazione Acchiappagatto (EL 2015, con Pierdomenico Baccalario), Cinque carciofi contro il crimine (EL 2015), la serie de I Faccioni pubblicata con Emme Edizioni, Ossian e Grace (Mondadori 2015), Le 23 regole per diventare scrittori (Mondadori 2016, con Pierdomenico Baccalario).

Isabella Conti, nata a Milano e cresciuta in Brianza, dove vive e lavora, è da sempre profondamente appassionata delle figure dei libri e di arte. Dopo gli studi scientifici, ha coltivato la sua passione frequentando corsi di illustrazione tra cui la Scuola di Sarmede e il NABA di Milano.

RECENT POSTS

Storie per i più piccoli tra i piccoli: le avventure di Merlo
Storie per i più piccoli tra i piccoli: le avventure di Merlo
Il protagonista di queste avventure per piccolissimi lettori è Merlo, un simpatico amico con le piume nere come il buio e la passione per la merenda, i colori, le emozioni, l’amicizia… argomenti familiari e cari ai nostri bimbi! I libri, dal formato originale e insolito, uniscono il piacere della lettura al divertimento del gioco: ogni storia si sviluppa su una serie di dodici carte che sul fronte sono brillantemente illustrate da Gloria Francella e sul retro riportano la storia scritta in stampato maiuscolo con un font ad alta leggibilità che ricorda un carattere scritto a mano libera.
Read more →

Leave a reply Required fields are marked *